Tra Virginia Wolf, Tarantino e Sorrentino

Sono riuscita a mettere insieme Virginia Wolf e Quentin Tarantino.
Giuro
L’ho fatto…
e non ero sola, no, C’era qualche centinaia di persone e un premio Oscar che ha risposto alla mia bizzarra unione.

Torno indietro.
Oggi ho fatto due domande.
Detta così non è una gran cosa, se non fosse che ho fatto due domande a Paolo Sorrentino davanti ad un teatro pieno.
Già.
Detta così, ancora non sembrerebbe una gran cosa se non fosse che prima mai mi sarei sognata di alzarmi in piedi tra tanta gente e azzardare parallelismi letterari e cinematografici.

Ma oggi l’ho voluto fare.
Stamattina in occasione del festival del cinema eravamo a teatro per una intervista a Sorrentino dopo la programmazione della Grande Bellezza.
Io ci ho pensato, tante volte, ma a me Jep Gambardella, davvero mi ricorda tanto  Mrs Dalloway. E glielo ho chiesto, Ho chiesto a Sorrentino se fosse un caso che tutti e due i personaggi si muovessero all’interno delle loro storie quasi seguendo le stesse fasi e incontrando gli stessi personaggi…

E poi, non contenta gli ho chiesto della musica, delle colonne sonore bellissime che sono nei suoi film, che  mi ricorda Tarantino per come riesce a mettere insieme musica e scene. Gli ho chiesto se le sceglie lui.

Mi ha risposto.

Mi è sembrato quasi contento. Io di sicuro lo ero di più, non solo per l’occasione di scambiare due parole con un premio Oscar, ma perchè invece di rimanere seduta a tenermi le idee in testa le ho messe sul tavolo, le ho condivise e che strano: messe li davanti a tutti non sembravano nemmeno così strampalate.

Quella sulla musica è anche online:

http://video.repubblica.it/dossier/festival-cinema-bari/sorrentino-la-musica-e-quentin-tarantino/161712/160203

e questa l’ho fatta io:

SAMSUNG CSC