Estate

Si potrebbe far finta che non ci sia, ci si potrebbe distrarre e far finta di non esserci accorti che sia passata – o meglio – che stia passando.

Si potrebbe pensare che il traffico sulle tangenziali e l’improbabile deserto delle città dipendano da una fuga di massa a causa dell’impatto di un asteroide sulla terra.

Si potrebbe…ma non funzionerà. La verità è che l’estate è così – almeno per quanto pensi io – una parentesi dalla quale decidere di estrapolare quello che preferiamo.

Decidere di preferire è già, a par mio, una grande conquista che in tempi di invernale convulso via vai non sono assolutamente praticabili. In aggiunta a questo la preferenza prevede il delizioso esercizio del fermarsi: mi fermo e decido.

Ecco ho fatto questo. Non posso parlare di decisioni rilevanti. Piccole decisioni quotidiane che dovevano contribuire a generare un senso di benessere.

Ribadendo da tempo – e rileggendomi anche con una certa noia – che vivo nel limbo del precario non ho potuto investire in un Viaggio, ho però deciso di non rinunciare ad un “break” e sono andata in Valle d’Itria a Cisternino qui. La Valle d’Itria è un buen retiro che da un po attira molti turisti, per fortuna esitono ancora spazi lasciati liberi dall’ ipertrofia umana agostana…

Capita poi, magari, che un amico abbia preso in fitto un trullo, in una contrada vicina …

E passeggiando per i tratturi possa permettermi una merenda fuori orario.

Per poi scoprire quando è ora di cena che in un posto piccolo e di passaggio c’è un ristorante in un cortile dove si mangia benissimo.

Si, si può fingere che non ci sia l’estate e che non si sia stati bene seppur per poco tempo, lontano dal disastro delle vite ingarbugliate, oppure si può fare un giro su se stessi  – come canta Battiato – e tornare indietro…ma non del tutto…

You could pretend that doesn’t exist, you could distract yourself  and pretend not to  benotice that it has been passed or better – it is passing.

You might think that the traffic on highways and the improbable desert in the cities depend on a mass exodus due to the impact of an asteroid on Earth.
You could … but will not work. The truth is that Summer is well – at least I think – a bracket from which to extrapolate what we prefer.
Deciding to choose is already  – I think –   a great achievement that during is not practicable. In addition to this  the exercise of preference provides the delightful exercise of stop: I stop myself and decide.
Here I did this. I can not talk about important decisions. Small daily decisions that had to help  to generate a sense of well being.
Reasserting  and sometimes
 being a boring person   – I live in the precarious limbo so I couldn’t invest my money in a trip, but I decided to have a break” and I went to the Valle d’Itria in CisterninoThe Valle d’Itria is aBuen Retiro that attracts many tourists , fortunately, exist some empty spaces free from the human  summer hypertrophy …
It happens sometimes,  that a friend rented a Trullo with an amazing  panorama…
And walking along the sheep tracks  Ican afford a snack after hours.
…And find,at dinner time,  in a small place that there is a restaurant in a courtyard where you can eat very well.
Yes, you can pretend that summer doesn’t exist and the weel being that you have felt during holidays has not been so good…. or you can make a pirouette – and come back, bringing something with you….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...