September’s coming soon

(questo è un post ad alto contenuto emotivo autoreferenziale)

I R.E.M. si sciolgono, dopo 31 anni dicono, ok basta chiudiamo bottega.

31 anni loro e 34 io. Per me una vita, anche per loro. Immagino che si sprecheranno articoli e lunghe analisi sul perchè di una scelta, sul loro essere grunge, sul loro stare a fianco dei nirvana senza infilarsi nello stretto tunnel, sullo sguardo emaciato di Stipe e sul loro continuo dirsi – e dirci – ma tu come sei nel mondo?Come respiri? Come preghi? Come? Come?

1991-1996 gli anni del liceo. Gli stessi del grunge del sentimento di alienazione, della mattina in cui Kobain si tirò un colpo di fucile e camminando verso la scuola ne parlavo con le amiche dicendo: speriamo non cominci l’emulazione. Perchè si, eravamo tutti disadattati e forse ci portavamo dentro a livello embrionale quel sentimento che oggi è talmente forte da farci portare la maglia di precari come fosse un vessillo.

I compiti di latino, le traduzioni, interi pomeriggi – una sola cassetta: Automatic for the People. Definito dalla critica il più cupo e onirico. Per me: compagno assoluto di cinque anni.

Autunnale, come la scuola che iniziava e le foglie che cadevano. E intorno la calma.

I R.E.M. sono per me come la senzione di felicità che assapori per un attimo ma che di fatto non arriva mai. La cui promessa però ti tiene ferma li a sentire l’aria intorno.

Sono quel momento sospeso, in cui traduci dal latino, cammini per andare a scuola, capisci che il mondo cambia ogni giorno e ti toccherà trovare ancora una via di fuga.Ma non corri, guardi il mondo intorno e tutte le sue piccole declinazioni quotidiane diventano spiragli.

Loro lasciano.Io resto qui, è settembre. Non ho più traduzioni di latino da fare ma ho la sensazione che io ho ancora da tradurre. Da tradurre questo mondo che ricomincia a cambiare.

E’ una notte serena. Settembre è arrivato. Le luci sono accese. E’ bello essere qui.

Nightswimming deserves a quiet night 
I’m not sure all these people understand 
It’s not like years ago, 
The fear of getting caught, 
Of recklessness and water 
They cannot see me naked 
These things, they go away, 
Replaced by everyday 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...