Only lovers left alive

Uno degli aspetti più intriganti dell’ultimo film di Jim Jarmush è l’analisi spietata della concezione etica ed estetica della società contemporanea attraverso lo sguardo romantico e distaccato dei due vampiri amanti interpretati da Tilda Swinton e Tom Hiddleston.

Di una bellezza abbagliante e allo stesso tempo distante dalla concezione patinata (capelli spettinati, abiti ricercatissimi ma all’allpparenza impolverati, assenza totale di trucco), i due amanti si muovono attraverso il tempo e i costumi bizzarri di una razza umana, composta ai loro occhi da zombie,  che mostra tutta la sua brutalità e bruttezza.

Sullo sfondo di città simbolo della grandezza industriale ormai in decadenza  – Detroit – e di una Tangeri notturna, i due vampiri si muovono riscoprendo vecchi tesori, citando libri e chiamando le cose con il loro nome. Le piante diventano soggetti , così come i legni che ricordano gli alberi da dove provengono primache diventassero oggetti.

Un mondo di cose inanimate si popola di vita e le parole escono dai libri come se avessero una fonetica propria.

Attraverso loro, il nostro mondo sopravvive.

Jarmush non racconta una storia di vampiri così come il cinema di questi anni ha fatto, Jarmush racconta la nostra storia, di noi umani, distratti dalla tecnologia, dal distacco con l’ambiente naturale, incapaci di apprezzare il bello, l’arte, la letteratura e capaci di mettere alla gogna i sognatori  – quegli scienziati che Adam cita e che la storia contemporanea ha disprezzato.

Noi non amiamo più. Non siamo più amanti, ne tra di noi ne tra noi e l’Universo.

Sopra di noi una ex stella come un diamante emana un suono di un gong buddista. L’universo vibra.

Ma noi, forse viviamo nel passato  e  calpestiamo il presente, il che diventa una abuso per chi non ha tutto il tempo del mondo.

Jarmush ci manda questo messaggio. Singolare la scelta dei nomi dei due vampiri Adam e Eve, il primo uomo e la prima donna che preferirono perdere la mortalità per mordere (come i vampiri fanno) la conoscenza. Loro simboleggiano l’inizio, quell’inizio  perso nella memoria del tempo che ci ha contaminati e distratti.

Quasi come un richiamo dantesco:

Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza”

Jarmush ci ricorda il nostro sangue. Prima di contaminarlo per sempre. Prima che sia troppo tardi.

"only lovers left alive" only-lovers-left-alive-tom-hiddleston-tilda-swinton

 

Si, lo consiglio (poi si potrebbe parlare della colonna sonora, della fotografia e di tanto altro, ma non è mestiere mio).

Un pensiero su “Only lovers left alive

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...